Home / Thailandia / Thailandia guide Pratiche / Spedire dall’Italia alla Thailandia le proprie cose o regali
spedire pacco thailandia

Spedire dall’Italia alla Thailandia le proprie cose o regali

Spedire dall’Italia alla Thailandia le proprie cose o regali rende la vita piu’ facile.

Un paio di mesi prima di svuotare casa , vendere i mobili e fare le valige tattiche per il volo in Thailandia , mi sono premurato di spedirmi un po’ di cose.

Certo , c’è chi riesce a far stare in una valigia la propria vita , bella per lui , ma io avendo avuto per 5 anni un appartamento , letteralmente pieno di roba , ho inscatolato quasi tutto e ho deciso di spedirmi nel mio alloggio in Thailandia un po’ di cose , in modo da poi sfruttare le valigie per il volo solo per le cose fragili o di valore o difficili da spedire (portatile , boxee , etc).

Ad esempio ho deciso di spedirmi i vestiti (è vero , qua costano poco , ma perchè spendere per rifarmi il guardaroba , oltre tutto che se siete alti o con spalle larghe non è cosi’ economico ricomprare tutto , magari camicie o completi , o magari avete vestiti a cui siete legati , tipo felpa gruppo punk :P)

Mi sono spedito vari paia di scarpe (scarpe belle perchè se no si vale la pena cercare qua , anche se dal numero 44 in su si fa fatica) , come scarpe da trekking serie , scarpe da ufficio italiane pagliacce , scarpe da basket , cose non da 5 euro.

Mi sono spedito le mie migliori padelle e coltelli , perchè qua il padellame serio lo pagate a caro prezzo , soprattutto se come me vi piace cucinare.

Mi sono spedito piccoli elettrodomestici da cucina (sempre perchè nel mio caso mi piace cucinare) di difficile reperibilità qua (o perchè costano uguale) , tipo la friggitrice ad aria , la macchina per fare la pasta fresca (ambita dai vicini stranieri) , la macchinetta per fare il gelato, insomma cose da piccolo chef casalingo.

Varie ed eventuali cose personali come libri per lavorare , utilità varie per la casa , tutta roba che avendo già non mi andava di ricomprare o cercare.

Insomma un mini trasloco per un totale di circa 100 kg di roba , spedita su 5 pacchi da 20 kg.

Spedire dall’Italia alla Thailandia , quale compagnia ?

Fermo restando che se avete un visto non turistico (tipo di lavoro o di studio) avete il diritto di importare via mare o aerea i vostri beni personali , senza pagare tasse di importazione ,  purchè chiaramente riconducibili a una normale vita passata (per cui non prodotti nuovi impacchettati ma quanto meno scartati) , come ad esempio vestiti , libri , mobili , un elettrodomestico per tipo (ad esempio potete importare un vostro frigo ma non due frigo). In generale non pagate tasse di importazione. Per alcuni prodotti potrebbero richiedervi di pagare l’iva su un valore dichiarato (che chiaramente sarà bassissimo).

Lavorando nell’import export mi ero già documentato della cosa con le dogane. La cosa non vale per spedirvi per dire la moto 🙁

Comunque se non dovete spedirvi i mobili o ingenti quantità di roba (che in quel caso è meglio via nave)  in generale il costo via nave per un pallet di roba potrebbe comunque essere maggiore della modalità da me scelta : Le Poste.

Poste italiane

 

Ebbene si , tra i vari servizi ho scelto quello che mi faceva piu’ paura usare , le Poste Italiane !

Paura perchè nel mio passato ho sempre avuto brutti trascorsi. Quando compravo i giochi da Play.com me li fregavano una volta si e l’altra pure. Pero’ il costo della spedizione verso la Thailandia (48 euro per 20 kg di roba) mi pareva troppo interessante per non esplorare tale opzione.

Spedire dall’Italia alla Thailandia con il pacco ordinario internazionale

Per spedire le mie cose ho scelto il PACCO CELERE INTERNAZIONALE ORDINARIO via Terra , una sigla lunghissima , loro difficilmente ve lo propongono all’ufficio postale , costa poco rispetto a quelli veloci e gli porta piu’ sbattimenti che altro , ma è il pacco che fa per voi. Il sito cita :

[alert style=”green”]Dimensioni:

Peso massimo consentito: 20 kg

Lunghezza massima: 1 metro

Lunghezza (+ giro massimo misurato in un senso che non sia quello della lunghezza): 2 metri[/box]

Ora c’era da scegliere un box , io visto che traslocavo ho trovato comodissimo lo scatolone da trasloco che vende l’Ikea. E’ un cartone pieghevole super spesso e resistente , porta fino a 30 kg e sta perfetto dentro le dimensioni richieste dalle poste.

[alert style=”green”]Come gestire l’esterno di uno scatolone che dovrete spedire :

Ho scoperto , per mia ignoranza e dopo un caziatone , che le poste (nostre e loro)  possono rifiutare un pacco (per cui buttarlo via) se questo presenta loghi , marchi e cose che possono far pensare a un invio commerciale.

Per cui se usate come me il pacco Ikea ricordatevi di coprire il tutto con scotch o altro , il pacco deve essere neutro.

Non accontentatevi del bollettino delle poste , stampatevi a PC bello in grande un A4 con l’indirizzo del destinatario e suoi recapiti telefonici e mittente con recapiti telefonici e incollatelo su piu’ lati del pacco.

[/alert]

Spedire dall’Italia alla Thailandia , costi e problematiche

Il pacco ordinario internazionale via terra ha un prezzo a seconda del peso , per la Thailandia fino a un massimo di 20 kg che costa circa 48 euro.  

E’ un pacco NON tracciabile. Questo vuol dire che il massimo che potete fare con la ricevuta è telefonare per sapere se è uscito dall’Italia. Da quel momento in poi potete solo aspettare e sperare e sentire il ricevente per vedere se il pacco arriva. E in genere arriva sempre.

Loro danno come tempi di consegna (a seconda del posto piu’ o meno sperduto) dai 10 giorni al mese.

[alert style=”green”]

Io ho spedito 5 pacchi a Bangkok da due diversi uffici postali della provincia di Milano.

Tutti i pacchi , tranne uno , sono arrivati in soli 5 – 6 giorni (sicuramente inviati via aerea) , un pacco è arrivato dopo 2 mesi , ho fatto in tempo a ritirarlo io stesso. Un pacco che avevo dato per disperso o rubato.

[/alert]

Per la Thailandia non serve l’allegato cn 23 per la dichiarazione doganale (se ve lo chiedono gli dite di controllare sul terminale dove appunto c’è scritto che non serve).

Per quanto riguarda il contenuto non ho mai mandato cose di valore esagerato , tipo chesso’ un computer.

C’è da dire che è sempre meglio essere generici nella descrizione del contenuto. E’ comunque un pacco non tracciabile e per tanto nel momento che lo date alle poste , se trovate il commesso ladro infame , potrebbe anche rubarvelo o aprirlo e prendersi qualcosa , comunque non è tracciabile , assicurabile etc.

Solo in un pacco , quello che ci ha messo due mesi , quando è arrivato sembrava perfetto , quando lo ho aperto ho visto che si erano fregati lo sbattitore automatico , roba da 2 soldi , pezzenti.

Era l’unica cosa inviata in una confezione nuova. Magari per quello ? Chissà , comunque non hanno mai fregato altro di inviato in precedenza , cose di maggior valore come scarpe di marca semi nuove , la macchina del gelato etc. Mi è sempre andata bene e a sentire in giro sembra che questi pacchi arrivino sempre (I preferiti dagli immigrati per spedire a casa in posti sperduti in Africa regali e doni).

Il pacco stesso infatti lo segnalerete come Dono/Gift/Regalo , nella descrizione su cui mettere la crocetta.

Pero’ appunto son sempre stato furbo nella descrizione. Quando inviavo vestiti mettevo “Used cotton clothes” , non specificavo chissà cosa , quando inviavo elettrodomestici o altra roba di valore indicavo il genere del materiale (per un discorso di radar e poi controllo e apertura pacco, non scrivete cotone e poi ci mettete roba di vetro o metallo) tipo “Used metal plastic tool” e alla fine mi è sempre andata bene.

Certo non invierei una ps3 e scriverei “console videogame” dubito arrivi , ma chissà.

Alcolici vietati , per il resto seguite le indicazioni delle poste.

About Pier Sottojox

Vivere e viaggiare all'estero e scriverci ogni tanto sopra.

Leggi anche

facebook

Segui il blog su Facebook !

Ci sono mille pagine e gruppi sulla Thailandia, visto che è gratis ho deciso di …