Home / Thailandia / Thailandia del nord / Templi e Buddismo | Chiang Mai la Città Sacra dai 300 templi

Templi e Buddismo | Chiang Mai la Città Sacra dai 300 templi

Perché Chiang Mai viene chiamata la Città Sacra? Provate a chiederlo in giro e tutti vi parleranno dei quasi trecento templi che la Perla ospita, di cui quasi la metà è solo nella Città Vecchia.

In verità l’appellativo di “Città Sacra” Chiang Mai non se lo è guadagnato solo grazie ai quasi trecento templi che ci sono in città e nemmeno al fatto che quasi la metà siano solo nella Città Vecchia, ma soprattutto grazie al clima solare che la caratterizza, all’aria sempre positiva che si respira e al sorriso sempre ben disegnato sui volti dei suoi abitanti, che poi altro non sono che gli effetti degli oltre trecento templi in questione. O almeno così vuole la credenza popolare.

 

Città Sacra
la mappa dei principali templi di Chiang Mai

 

La Città Sacra e i suoi templi

Sta di fatto che passeggiando per Chiang Mai la correlazione tra templi e serenità viene praticamente automatica, questo perché mentre vi sentirete allegri e leggeri come tutti quelli che arrivano in città i vostri occhi individueranno templi fino a che non diventerà un’assoluta normalità farlo: e questa normalità nel contatto con la bellezza e la quiete del Buddismo rende la vita di Chiang Mai speciale fino a farle meritare l’appellativo di Città Sacra. E’ questo il “clima sacrale”, o semplicemente sereno, che rende da sempre la città speciale per chi ci vive e che colpisce quasi automaticamente chi ci arriva in viaggio.

Difficile elencare tutti i templi presenti in città e tanto meno sarà possibile (o meglio, poco sensato) vederli tutti, perché con la media di dieci templi al giorno vi servirebbe più o meno un mese per completare la missione e, soprattutto, perché non sono certo tutti ugualmente interessanti.

 

I templi imperdibili di Chiang Mai

Con una serie di prossimi articoli dedicati vi racconteremo uno per uno quelli che sono gli imperdibili templi che dovrete assolutamente visitare una volta in città: nel particolare il Wat Chedi Luang, il tempio storico più antico e ideale centro attorno al quale si sviluppa la Città Vecchia; il Wat Phrasingh, il più importante dal punto di vista religioso e uno principali centri di formazione per i monaci; il Wat Umong, quello più curioso, con uno stile fuori dal comune e una location che contribuisce abbondantemente al suo fascino; e ovviamente il Doi Sutep, il tempio più importante a livello storico, religioso e turistico, meta imperdibile per chi arriva a Chiang Mai. Vi basteranno questi templi, e qualche passeggiata tra le vie della Città Vecchia, per comprendere come mai Chiang Mai sia considerata la Città Sacra.

E se poi non dovessero bastarvi e vi intrigasse davvero l’idea di trascorrere un mese a Chiang Mai con l’obbiettivo di vederli tutti, accomodatevi: nella Città Sacra ci sarà sempre un tempio in più rispetto a tutti quelli che potrete vedere.

About Andre

Leggi anche

Songkran a Chiang Mai: E delirio fu

  Cade oggi il terzo ed ultimo giorno del Songkran, il capodanno del calendario buddista …