Home / Thailandia / Thailandia del nord / Chiang Mai | Noleggiare un motorino a Chiang Mai

Chiang Mai | Noleggiare un motorino a Chiang Mai

Avete intenzione di noleggiare un motorino a Chiang Mai? Ottima scelta davvero, non c’è modo migliore per godersi la Perla che standosene in giro liberi e con l’aria in faccia. A voi qualche consiglio per un noleggio sereno.

Di sicuro non c’è scelta più saggia che noleggiare un motorino a Chiang Mai, così da poter girare liberamente concedendosi anche giri fuori porta, soprattutto se poi l’alternativa è non muoversi affatto o farlo con tuc tuc e songtaew, che alla lunga diventerebbero solamente più costosi, o con biciclette che comunque non offrono un vero e proprio ampio raggio (ameno non a tutti).

Un po’ di matematica: la maggior parte della gente viaggia almeno in due, due corse per il Doi Suthep in songtaew (i taxi collettivi rossi) vi costeranno non meno di 60/70 THB a testa ad andare ed altrettanti a tornare: totale 240/280 THB per una singola escursione e stando più o meno ai tempi di qualcun altro.

Con la stessa cifra, tra i 200 ed i 250 THB, potrete noleggiare un motorino che però sarà in vostro possesso per 24 ore e vi permetterà di abbinare a quella visita tutte le altre che vorrete.

La matematica per i viaggiatori solitari? Simile, perché se anche la visita a Doi Suthep (ormai è il nostro esempio ufficiale) ve ne costerebbe “solo” 120/140 THB rimane il fatto che li spendereste per un singolo giro e che li dovreste più o meno moltiplicare se durante la giornata vi interessasse fare anche altro visto che siete soli al mondo. Suggetimento: dividere i costi di un motorino è una delle scuse migliori per fare amicizia!

 

noleggiare un motorino a chiang mai
alcuni dei tanti posti da raggiungere in moto

Noleggiare un motorino: i costi

Come dicevamo noleggiare un motorino a Chiang Mai ha dei costi tendenzialmente compresi tra i 200 ed i 250 THB (parliamo di scooter 110cc o 125cc) e il primo suggerimento vivissimo è di non sentirvi dei fenomeni della contrattazione e dei predestinati al prezzo più basso se ne trovate a 100/150 THB perché è tutt’altro che raro, ma fidatevi che il prezzo giusto è l’altro.

Quando trovate prezzi particolarmente bassi la ragione è solo ed esclusivamente una, nonché la più importante: la qualità è bassa abbastanza da far guadagnare comunque il noleggiatore. Se noleggiate un motorino a Chiang Mai si presuppone che lo facciate per godervi un po’ di visite fuori porta o comunque per perdervi un po’ tra le nature, che poi sono anche i motivi di scampagnata che più valorizzano l’andare in giro in moto, quindi avere un motorino affidabile è fondamentale.

I mezzi messi troppo male per venir noleggiati a prezzo pieno (magari messi male abbastanza dal non essere noleggiabili affatto) di certo non vengono bloccati dalla legge o dal buon senso, vengono semplicemente ribassati nel prezzo offrendo ai turisti l’occasione per prendere in affitto un mezzo estremamente economico (e altrettanto pericoloso).

 

 

 

Noleggiare un motorino: i motorini più diffusi

Dicevamo mediamente 200/250 THB al giorno (24 ore) e questi prezzi sono da intendersi per i mezzi più comunemente diffusi e noleggiati che si dividono in due fondamentali categorie (sarà la fatidica domanda che vi faranno quando noleggerete un motorino): automatici o manuali (che poi in verità sono semiautomatici, non manuali), ovvero la differenza tra tutti gli scooter normali a cui siete più abituati e quelli invece che spopolano in Asia come l’Honda Dream, l’Honda Wave, etc, che differiscono dagli altri per un cambio a tre o quattro marce (ma senza frizione) che li rende degli immortali trattorini.

Di solito i motorini semiautomatici costano qualcosa di meno (THB 200 se gli automatici sono a THB250 o THB 150 se gli altri sono a THB 200) e personalmente ve li consiglio di tutto cuore: sono mezzi veramente affidabili, che non consumano nulla e che in caso di guasto verrebbero facilmente riparati ovunque vi troviate in Thailandia.

Per una spiegazione più dettagliata a riguardo vi suggeriamo la lettura di questo articolo, nel quale viene fatta un’ampia panoramica sui mezzi a disposizione e su tanti piccoli aspetti di cui tenere conto quando si viaggia in moto in Thailandia (troverete anche un gran bell’itinerario su cui fare un pensierino).
Se poi siete troppo pigri per cliccare, ecco per voi il copia/incolla di tre punti fondamentali che comunque non potrete non sapere:

[alert style=red]

Dall’articolo “Thailandia in moto | 600 km Da Chiang Mai al Triangolo d’Oro e ritorno” dell’1 gennaio 2015

 

(…) Ci sono un paio di cose da tenere bene a mente se in generale vi solletica l’idea di viaggiare in Thailandia in moto.

  • viaggiare in Thailandia in moto è bellissimo, ma fatelo cercando di sopravvivere. Guidare qui è facile e il più delle volte tranquillo ma ci sono cose a cui dover stare veramente attenti: i Thai generalmente non hanno una guida spericolata ma sono molto distratti, è normale che vi taglino la stradache svoltino senza usare frecce e che si immettano senza guardare su una strada principale mentre si stanno pettinando o parlano al telefono, quindi è saggio tenerne sempre conto. Personalmente guido la moto in Thailandia tutti i giorni e in linea di massima mi sento più sicuro che a Milano, però cerco di tenere sempre a mente che per le statistiche mi trovo nel 2° Paese al mondo per incidenti mortali e non guido mai tenendo contemporaneamente aperti meno di ventisette occhi.
  • visto che siete dei bravi viaggiatori sono sicuro che nessuno di voi sarà così matto da partire senza assicurazione medica però, se avete in programma di viaggiare in Thailandia in moto, è giusto ricordarvi che la maggior parte delle comuni assicurazioni sanitarie copre gli incidenti motociclistici solo per cilindrate fino ai 50cc e che quando noleggerete una moto qui il più delle volte sarà invece un 110cc o 125cc quindi in caso di sinistro la vostra assicurazione vi risponderà ufficialmente marameo. In qualsiasi caso nessuna paura, è un argomento che avevamo già trattato e per il quale ci sono già pronte tutte le informazioni a riguardo.
  • come tutto il resto in Thailandia, anche le strade sono belle ma non perfette: potrà capitarvi improvvisamente di trovarvi davanti a buche profonde venti centimetri o a curve che tanto ricordano le montagne russe di un lunapark abbandonato… quindi, al di là che siate dei timorosi principianti o dei piloti duri e puri, state attenti, non fidatevi mai troppo delle strade e cercate di non correre nemmeno quando vi sembra la situazione perfetta per farlo: gli imprevisti sono dietro l’angolo, chiedetelo per esempio a tutti i cani randagi che vi attraverseranno la strada totalmente noncuranti del fatto che non avrete il tempo per frenare.
[/alert]

 

E se voleste una moto vera?

Anche in questo caso torna utile l’articolo di cui sopra, ma in generale possiamo dirvi che il divertimento si paga: se pensate che noleggiare un motorino a Chiang Mai per qualche (comprensibile) ragione vi stia stretto e che vi meritiate di avere qualcosa in più sotto la sella, potrete avere quello che vi spetta noleggiando motociclette propriamente dette anche per singoli giorni o comunque brevi periodi.

Le moto più in voga tra quelle a disposizione sono sicuramente le Honda CBR (150/250/300/500cc), le Honda CRF 250cc e le Kawasaki ER 3n, o le più economiche Kawasaki D’Tracker 125cc o 150cc. I prezzi di riferimento sono variabili in base alla moto e al noleggiatore, ma possiamo dire che siano compresi tra i THB 500 e i THB 900/1000 al giorno.

 

Noleggiare un motorino: trattare i prezzi

Paragrafo breve questo, perché trattare i prezzi per noleggiare un motorino a Chiang Mai è più o meno tempo perso.

“Più o meno” perché il discorso cambia se lo state noleggiando per più giorni, situazione nella quale il discorso cambia e mettersi a trattare ha assolutamente senso. Difficile stabilire un “criterio standard” di trattativa ma diciamo che se il costo del motorino è di 250 THB al giorno e che voi lo noleggiate per 4 giorni, ha senso pensare di pagarlo 800/900 THB invece che 1000.

Noleggiare un motorino: noleggio a lungo termine

Per meglio farvi un’idea di quali siano i margini di trattativa nel noleggiare un motorino a Chiang Mai o per sapere a cosa andare incontro quando la città vi avvolgerà impedendovi di andarvene e costringendovi a rimanerci per settimane o mesi, a voi qualche esempio di noleggio a lungo termine: io per primo guido una moto a noleggio che nei mesi ho via via cambiato prendendone di sempre più divertenti.

All’inizio pagavo THB 2.500 al mese (sono € 71,60 circa) per uno scooter automatico da THB 250 al giorno (quindi THB 7.500 per un mese a prezzo pieno), ovvero THB 83,33 contro THB 250 per il prezzo al giorno. Ora ho una Kawasaki D’Tracker 125 che al giorno dovrebbe costare almeno THB 4/500 (quindi THB 15.000 per un mese a prezzo pieno) e la pago THB 4.500 al mese (€ 128,87 circa), quindi THB 150 al giorno contro THB 450/500, ovvero stessa proporzione di prima… su un mese il prezzo giornaliero giusto è un terzo di quello proposto come prezzo per un giorno solo.

Lo stesso discorso, ma su un noleggio settimanale, è ovviamente meno vantaggioso, ma comunque stimabile intorno ad un risparmio del 50% rispetto al prezzo giornaliero (diciamo più o meno THB 850/900 invece che THB 1.750 circa per settimana).

 

Perché ha senso un noleggio a lungo termine?

Facciamo finta che starete a Chiang Mai per un anno e che vorrete avere un Honda Dream 125 a disposizione per tutto l’anno (il mezzo più diffuso e migliore nel rapporto qualità/prezzo): noleggiandolo attraverso affitti mensili vi costerà più o meno THB 2.000 al mese, quindi THB 24.000 per tutto l’anno. Alla stessa cifra, molto spesso anche inferiore, quell’Honda Dream potreste tranquillamente comprarvelo, scegliendone uno davvero senza pretese potreste pagarlo anche THB 10/15.000, perché avrebbe quindi senso noleggiarlo?

Quando prendete un motorino con un noleggio a lungo termine, oltre al mezzo, pagate anche un paio di cose fondamentali che nel tempo potrebbero rappresentare una significativa variabile economica se il mezzo fosse vostro di proprietà: bolli, assicurazione e burocrazie varie, ma soprattutto la manutenzione. Se il motorino è a noleggio e vi ritrovate con un qualsiasi guasto, vi basterà andare al noleggiatore per vederlo riparato o per farvi sostituire la moto, tutto ovviamente in modo gratuito (questo se ovviamente il guasto o il danno non sono colpa vostra).

Quindi si può dire che in caso di buona sorte quasi sicuramente quelli del noleggio sono soldi buttati, ma la sfiga capita (e quando usate la moto tutti i giorni per un anno la sfiga capita).

 

Noleggiare un motorino: fuori i nomi

Sinceramente non ho una così vasta esperienza in quanto a noleggiatori, per quanto noleggiare un motorino a Chiang Mai sia stato pane quotidiano dal primo giorno. Quello che posso dirvi è che se la struttura vi sembra affidabile, se i prezzi medi sono quelli detti e se, dopo un giro prova, il mezzo vi convince allora ci sono tutti gli estremi per affidarvi al noleggiatore che preferirete, ancora meglio se la vostra guest house ha un noleggiatore di riferimento, perché a quel punto sarà quasi sicuramente affidabile.

Se poi volete comunque qualche suggerimento diretto, possiamo dirvi che Mr Mechanich è un’istituzione ben più che affidabile e che ha tre diversi punti noleggio in giro per Chiang Mai.

 

Noleggiare un motorino: qualche suggerimento di sicurezza

Anche in questo caso lasciateci ripescare dal passato, più precisamente dall’articolo “Koh Phangan: Come arrivare e come muoversi” del 25 settembre 2014, nel quale viene dato qualche suggerimento importante riguardo a come comportarsi quando si noleggia un motorino, a come guidano i Thai e a quali sono normalmente i pericoli su strada.

Nel caso del noleggio la situazione tra isole thailandesi e Chiang Mai è piuttosto diversa, perché comunque qui nella Perla certo non verrete minacciati di penali enormi per ogni micrograffio che farete e tutto sarà molto più rilassato, ma in qualsiasi caso vale la pena tenere a mente certe Tips&Tricks che possono tornare sempre utili.

[alert style=red]

Dall’articolo “Koh Phangan: Come arrivare e come muoversi” del 25 settembre 2014

Motorino a Koh Phangan: attenzione, attenzione!

Ma c’è qualcosa di fondamentale da sapere riguardo al noleggio dei motorini sulle isole in generale e a Koh Phangan in particolare, perché è molto diverso da come funziona nella mia amata Chiang Mai, dove noleggiare uno scooter è praticamente una formalità tra un sorriso e una stretta di mano, sulle isole bisogna stare molto attenti e seguire fedelmente queste tre regole fondamentali:

  • Quando noleggiate il motorino vi viene consegnato un foglio da compilare e firmare, sul suo retro di questo documento è riportato il valore (mostruosamente sovrastimato) della riparazione per ciascun pezzo del mezzo e il disegno delle visuali di entrambe le fiancate, del fronte e del retro dello scooter: usatelo per segnare punto qualsiasi imperfezione, supervisionando lo scooter prima di prenderlo in consegna. Segnate qualsiasi micro graffio o anche i semplici segni di usura, perché se qualcosa andasse storto loro useranno la stessa meticolosità per rivalersi contro di voi.
  • Fatevi vedere attenti e precisi, segnalando anche a loro le imperfezioni trovate e segnandole sul foglio davanti ai loro occhi, sarà un caso ma di solito i problemi di solito capitano a chi fa il facilone.
  • Fate delle foto, o ancora meglio un video, inquadrando i vari difetti che avete segnalato, è una cosa non fondamentale ma in caso di discussioni farà la sua parte, ancora di più se ogni tanto nella vostra inquadratura entra anche il noleggiatore o il luogo del noleggio.
[/alert]

Nel caso dei Thai alla guida invece tutto il mondo è ovviamente paese e queste considerazioni potrebbero salvarvi la vita ovunque vi troverete nel in Thailandia.

[alert style=red]

Dall’articolo “Koh Phangan: Come arrivare e come muoversi” del 25 settembre 2014

Come guidano i Thai?

Eventuali tips & tricks per prepararsi a guidare in Thailandia meriteranno un post tutto per loro nel quale Koh Phangan avrà un capitolo apposta, ma per cominciare basta dire che guidare in Thailandia in generale è bello e facile, e che i Thai guidano in modo sicuramente più prudente e tranquillo di quanto siamo abituati a fare in Italia (quindi al limite sarete voi il pericolo ambulante), ma hanno davvero un pessimo rapporto con le frecce di direzione.

Direi che almeno il 90% degli incidenti in motorino di cui abbia mai sentito parlare qui è avvenuto perché un’auto o una moto guidata da un Thai ha girato senza mettere la freccia, stendendo il malcapitato motorino che seguiva stando troppo vicino. Io faccio personalmente parte di questa statistica, anche se nel mio caso è stato un’altro motorino a falciarmi tagliandomi la strada all’improvviso mentre il pilota si sistemava il ciuffo, avendo quindi le mani troppo occupate per mettere anche la freccia.

Quindi, come si dice, uomo avvisato mezzo salvato… divertitevi, ma tenete sempre gli occhi aperti.

[/alert]

 

Noleggiare un motorino: conclusioni

Che dirvi di più? Divertitevi ma state attenti, ricordatevi sempre che il motorino che state guidando lo hanno avuto a disposizione centinaia di ragazzi in vacanza tra i quali pochi ne hanno avuto davvero cura, quindi non fate mai troppo conto sull’affidabilità del mezzo spingendolo ai limiti, state attenti a non guidare stando troppo vicini alle altre macchine e soprattutto tenetevi sempre pronti a che qualcuno vi tagli la strada… per il resto state pure sereni, guidare in Thailandia tante volte è molto meno assurdo che farlo in Italia!

 

 

 

About Andre

Leggi anche

Songkran a Chiang Mai: E delirio fu

  Cade oggi il terzo ed ultimo giorno del Songkran, il capodanno del calendario buddista …