Home / Thailandia / Thailandia del nord / Curiosità a Chiang Mai | Massaggio in prigione? Sì, un massaggio in prigione

Curiosità a Chiang Mai | Massaggio in prigione? Sì, un massaggio in prigione

Un massaggio in prigione a Chiang Mai? Tra i più economici, curiosi e ricercati qui in città. Un’esperienza da fare che vi permetterà di rilassarvi nonostante le premesse suggeriscano il contrario.


Vi abbiamo suggerito diverse volte di non finire in una delle prigioni thailandesi, vi abbiamo spesso spiegato come evitarlo consigliandovi di non prendere alla leggera delle leggi ferree come quelle thai, ma ora rimangiamo quanto detto e vi invitiamo a finire al più presto nella prigione di Chiang Mai. Perché? Perché un massaggio nella prigione di Chiang Mai è a dir poco… curioso!

 

Di cosa stiamo parlando?

Stiamo parlando del braccio femminile del Carcere di Chiang Mai, per il quale ormai da anni è operativo questo programma di utilità sociale ed economica per le detenute che permette loro di lavorare a contatto con il pubblico (ovviamente controllate) almeno in alcune situazioni. Uno di questi lavori è appunto offrire un’alternativa economica e di qualità a tutti quei turisti che una volta in città sono sempre a caccia di massaggi thai.

Un programma che, diciamolo, almeno sulla carta suona come un’iniziativa positiva visto che, oltre a dare un’utilità quotidiana al tempo che le detenute spendono in prigionia, offre loro anche una possibilità di lavoro ed un certo budget (il loro guadagno diretto viene trattenuto e consegnato a pena conclusa) per quando saranno di nuovo in libertà.

Il centro in cui potrete recarvi offre appunto massaggi thai, una spa, un ristorante, un caffè e un negozio di artigianato, tutti gestiti da detenute e tutti regolati dal programma governativo di cui sopra, il che renderà ogni vostra visita o acquisto parte del circolo (speriamo) virtuoso che aiuta chi in via di riabilitazione.

Naturalmente il programma non prevede l’impiego di detenute pericolose o condannate per reati violenti, non sarà una donna che ha spezzato il collo al marito a massaggiarvi le vertebre né una che lo ha avvelenato ad offrirvi il tè dopo il massaggio, si tratta sempre di detenute per reati minori, spesso provenienti da classi sociali molto disagiate, o comunque di persone che si trovano in galera più per circostanze che per una vera e propria indole violenta.

 

A dispetto della prima impressione che possa darvi l’andare a farvi un massaggio in prigione, quello che vi aspetterà è un ambiente pulito, tranquillo ed in qualche modo allegro dove non si respira in ogni momento il peso della struttura carceraria che ospita il tutto, anche le donne coinvolte sembrano godere delle numerose “ore d’aria” che hanno a disposizione piuttosto che portarsi addosso la cupezza della condizione di detenute, ma diciamo che quando ci sarà una secondina in zona le vedrete cambiare atteggiamento, e questo vi farà ricordare in un attimo dove vi trovate.

Un massaggio di un’ora costa THB 150/180, leggermente sotto la media cittadina, così come il caffè ed il ristorante offrono cibo thai e straniero a prezzi comunque molto abbordabili. E’ possibile prenotarsi per un massaggio fino alle 16.30 ed essendo una meta piuttosto ambita è davvero consigliabile farlo invece che presentarsi lì nella speranza di un posto vuoto, perché sta diventando quasi una consuetudine per i turisti in città mettere da parte questa curiosa (quanto piacevole per il fisico) esperienza di massaggio in prigione.

Potete trovare il braccio femminile del Carcere di Chiang Mai, ed il suo centro massaggi, praticamente all’angolo tra Jahban Rd. e Ratvithi Rd., al centro della Città Vecchia e dietro al Three Kings Monument e al Museo Nazionale, ovvero in una location del tutto centrale e di passaggio che vi sarà facile da raggiungere per dare un’occhiata e per prenotare!

Che dire? Anche questa è Chiang Mai e, sperando che alla lunga questo possa anche contribuire alla società thailandese e non solo alle vostre schiene farang, buon massaggio in prigione!

 

 

 
 
 
 

About Andre

Leggi anche

Songkran a Chiang Mai: E delirio fu

  Cade oggi il terzo ed ultimo giorno del Songkran, il capodanno del calendario buddista …