Home / Thailandia / Thailandia del nord / Cambiare tutto e andare a vivere in Thailandia? Perché no?| Andre a Chiang Mai: Una Storia Vera
1383866_668125249873687_1720932717_n

Cambiare tutto e andare a vivere in Thailandia? Perché no?| Andre a Chiang Mai: Una Storia Vera

“Andre a Chiang Mai: Una Storia Vera”, potremmo intitolarlo così il film su questo mio esordio tra le pagine digitali di questo blog. Perché? Volete sapere come ho fatto per cambiare tutto e andare a vivere in Thailandia? E’ bastato fare un salto nel buio.

Come ho fatto per cambiare tutto e andare a vivere in Thailandia?

E’ una storia in due tempi, caratterizzati dalla voglia di avventura e da un salto nel buio.

Esattamente un anno fa, era l’1 agosto di un’afosa (o più probabilmente piovosa, non ricordo) giornata milanese, ho comprato un biglietto per Bangkok. L’idea era di fare un viaggio di un mese per togliermi una curiosità: non capivo infatti come mai tutti i miei conoscenti che fossero stati in Thailandia tornassero sempre felici e con gli occhi pieni di bello. Era un presupposto semplice ma buono abbastanza per una nuova partenza e mi è sembrato divertente affidarmici.

1391663_672461536106725_222180247_n
Vivere in Thailandia? Alba ad Abu Dhabi, prima tappa

Non particolarmente entusiasta della vita occidentale in generale, e di quella milanese in particolare, ho deciso di affrontare il viaggio preparandomi a guardare la Thailandia come un posto in cui, perché no, avrei anche potuto immaginare un cambiamento: un esperimento di vita asiatica che sì mi affascinava ma che davvero mai avevo preso realmente in considerazione. Così ho iniziato a preparare il viaggio dal lato più concreto: ho preso alcuni appuntamenti con realtà lavorative del mio settore attive a Bangkok per farmi un’idea sempre più precisa di come funzionasse in Thailandia e ho cominciato a collezionare più informazioni possibili, prediligendo come al solito l’esperienza diretta delle persone.

E’ stato a quel punto che un mio carissimo amico, che mi piacerebbe poter considerare moralmente responsabile di tutto quello che ne sarebbe susseguito, mi ha messo in contatto con Pier, il lungimirante padre di questo pericolosissimo blog di vita vissuta. Perché pericoloso? Perché dopo parecchie chiacchere su Skype con Pier e dopo un’attenta lettura di Provarci è Gratis, a settembre sono partito già istintivamente pronto a cambiare tutto e andare a vivere in Thailandia, un posto che comunque ancora non avevo visto.

Sia chiaro, non che abbia letto tra le pagine di questo blog un invito a farlo, in verità ero già istintivamente in cerca di un cambiamento: gli articoli di Pier mi hanno semplicemente reso possibile l’immaginare la Thailandia come un posto vero in cui fosse possibile avere un vita normale, non semplicemente un paese esotico in cui staccare la spina per un po’.

Cambiare tutto e vivere in Thailandia
Vivere in Thailandia? Con Pier sulla BTS, appena arrivato in aeroporto a Bangkok

Così sono arrivato a Bangkok e Pier mi ha aperto casa sua: ha preparato un piatto di spaghetti per primo e un red curry come secondo, abbiamo bevuto vino rosso e Sang Som, e poi mi ha cominciato a raccontare di quei pochi ma efficacissimi trucchi per entrare subito in sintonia con questo Paese. Ho dormito sul suo divano, dove probabilmente ha dormito la metà dell’Italia recentemente passata per Bangkok, e l’indomani ho iniziato la mia avventura thailandese, che in qualche settimana mi ha portato (e più volte fatto tornare) nel posto da cui oggi scrivo: Chiang Mai, una delle città più affascinati e pacifiche che abbia mai visto in vita mia.

Cosa è successo dopo? Il viaggio è finito e a fine ottobre sono tornato a Milano. Il primo novembre ho comprato un nuovo biglietto, stavolta di sola andata, facendo affidamento più sulla voglia di avventura che su reali certezze. Ho chiuso la mia casa e venduto le mie cose, ho salutato i miei amici e la mia famiglia e a gennaio sono ripartito per il mio salto nel buio, nel quale l’unica sicurezza era l’attrazione per il Paese in cui mi stavo trasferendo.

Stavo seduto sull’aereo al decollo e ho pensato che sì, si poteva fare e lo stavo facendo: era una gran bella sensazione quel cambiare tutto e andare a vivere in Thailandia, qualsiasi cosa potesse comportare.

Cambiare tutto e vivere in Thailandia
Vivere in Thailandia: Chiang Mai, la Perla del Nord

E ora sono qui: sono passati otto mesi e da sei sono a felicemente a Chiang Mai, la Perla del Nord.

Il bilancio di questi mesi è che vivere in Thailandia è bellissimo, ma tutt’altro che semplice: le serissime e sempre più complicate regole sui visti e sui permessi di lavoro rendono in verità piuttosto difficile fare programmi a lungo termine, ma l’intenzione è di provarci finché sarà possibile. Faccio un lavoro free lance e questo mi ha sicuramente reso più libero di cambiare e partire, ma in quanto a riuscire a rimanere è ancora tutto da vedere, anche se nel frattempo posso godermi il bello di un Paese per me tutto nuovo e di una città a dir poco avvincente.

La mia scelta al momento è stata sicuramente premiata e il mio salto nel buio sembra di giorno in giorno meno oscuro, e questo perché per me la vera variabile fondamentale era l’atmosfera diversa di cui avevo bisogno per vivere bene la mia quotidianità.  Ora come ora per fare un breve riassunto posso sicuramente dire che questo luogo può dare tanto in quanto a stile di vita e serenità, per quanto appunto non renda in generale né semplice né scontato pensare di potersi creare nell’immediato stabilità e certezze. Cosa che per me è comunque un buon affare.

Così ora sapete perché sono in questo posto come ci sono arrivato, così come sapete perché scriverò su questo blog proprio riguardo a Chiang Mai e al nord della Thailandia, un mondo magnifico che vi racconterò pezzo per pezzo a partire da oggi sulle pagine di Provarci è Gratis.

Quindi grazie per l’attenzione e per la curiosità che vi porta ogni giorno a leggere questo blog, spero di potervi rendere ancora più curiosi anche grazie al punto di vista nuovo con cui vi racconterò la Thailandia attraverso la mia breve, ma sempre in evoluzione, esperienza vissuta.

About Andre

Leggi anche

Songkran a Chiang Mai: E delirio fu

  Cade oggi il terzo ed ultimo giorno del Songkran, il capodanno del calendario buddista …