Home / Thailandia / Mare e Isole / Koh Phangan | Come arrivare e come muoversi
Koh Phangan

Koh Phangan | Come arrivare e come muoversi

Koh Phangan… Chi di voi non ha mai sentito mai parlare di Koh Phangan?

Fosse anche solo per il suo Full Moon Party di fama planetaria, Koh Phangan è sicuramente una tra le isole più conosciute del mondo,  ma c’è molto molto di più di quello: c’è un segreto che segna il destino di chiunque ci mette piede, perché in un modo o nell’altro tutti quelli che arrivano a Koh Phangan sono destinati ad amarla e a trovarcisi incredibilmente bene.

Io credo di avere scoperto quale sia questo segreto e sono qui per raccontarvelo.

 

No, non è una dozzinale strategia per richiamare la vostra attenzione (o almeno non del tutto), un segreto Koh Phangan ce l’ha sul serio, anche se  in verità è del tutto semplice e alla luce del sole: Koh Phangan è un’isola in cui chiunque può trovare almeno qualcosa che faccia al caso proprio, è un posto che rende tutti contenti di esserci, nel quale l’atmosfera generale è di benessere assoluto. Koh Phangan vi mette in condizione di spaziare in lungo e in largo godendovi tutto, entro e oltre i confini del mare bellissimo che la circonda.

E’ vero, Koh Phangan è appunto l’isola del Full Moon Party: migliaia e migliaia di persone che si radunano con facce da selfies e occhiali da sole anche di notte; sfoggiando le stesse canottiere fluorescenti e ballando scatenati e sconvolti la colonna sonora del “sex drugs & djset” che al chiaro della luna piena lascia arrivare velocemente l’alba.

 

Ma Koh Phangan è anche l’isola le cui spiagge danno direttamente su una fitta giungla tropicale che si arrampica fino in su, sulla cima dei monti che le stanno al centro. Una giungla dove potersi perdere tra palme di venticinque metri e liane ben più grandi, intanto che un sacco di serpenti e qualche elefante vi scrutano nascosti dietro muri di vegetazione.

E se per questo Phangan è anche l’isola dalle decine di spiagge, famose e non, che vi caleranno ogni volta in un differente scenario, dove un’altalena appesa a una palma vi dondolerà sulla risacca tiepida del Mare della Thailandia e dove un cinghiale gigantesco vi girerà attorno con fare pacifico chiedendovi cortesemente di non mangiarlo.

 

Rispetto alle sue sorelle Koh Samui e Koh Tao, Koh Phangan è riuscita a mantenere quella che almeno apparentemente sembra essere una maggiore identità personale: così come Samui nei decenni si è trasformata in un’isola particolarmente orientata al turismo massivo e di fascia medio alta, favorendo quindi lo sviluppo di mega strutture alberghiere e di divertimenti alla portata di tutti, Ko Tao sembra invece aver prediletto un turismo di genere, conquistando una fama mondiale in fatto di strutture di diving e raccogliendo giovani e meno giovani da tutto il mondo in cerca di mare meraviglioso e di una licenza PADI a basso prezzo.

Phangan invece si è semplicemente sviluppata, senza mai prendere una direzione del tutto “commerciale”: senz’altro il turismo legato ai vari parties è una parte molto grande del target dell’isola, ma viene facilmente assimilato all’interno di un ambiente che non si è modificato in funzione di poterlo accogliere. Koh Phangan è un’isola piuttosto selvaggia e anche per questo chiunque ci si trova bene, perché volente o nolente si sta a contatto con la natura bella, quella rigogliosa e appariscente che fa sentire subito liberi, ma contemporaneamente è anche il posto dove tutti hanno voglia di divertirsi e ballare cercando ogni sera una festa nuova. 

Come dicevamo, ce n’è per tutti i gusti.

 

Quindi ricapitolando: Full Moon PartyHalf Moon PartyBlack Moon PartyJungle PartyWaterfall Party, dozzine di Pool Parties. E poi: jungle trekkingelephant trekkingzip linesescursioni di gruppo e private dentro la giunglacorsi di diving, snorkeling, tours in barcakitesurfingmountain bikemoto da crossATVthai boxe, qualche go go bar e tanto tanto yoga.

Forse è meglio dirvi come arrivarci in questa famosa Koh Phangan.

Koh Phangan – Come arrivare

Raggiungere Koh Phangan, come sempre quando ci si muove in Thailandia, è piuttosto semplice: proprio perché è una meta ambita da molti organizzare un viaggio per arrivarci è facile da qualsiasi punto del Paese e, almeno partendo da Bangkok, è possibile arrivarci via terra, viaggiando in treno o bus, e via aerea con tutti i soliti fidati vettori thai, tra i quali Nok Air vola con prezzi spesso davvero speciali.

 

[alert style=blue]

Koh Phangan – Arrivare in aereo

Almeno per ora Phangan non ha ancora un suo aeroporto e, considerando quanto sia facile arrivarci, per molti dei locali non dovrà mai averlo, quindi per raggiungerla in aereo dovrete cercarvi un biglietto verso Suratthani o Koh Samui.

Se volate su SuratthaniNok Air vi offre la possibilità di acquistare direttamente un biglietto combinato dal suo sito, che include il trasferimento diretto dall’aeroporto al porto una volta arrivati a Suratthani e un posto sul catamarano che vi porterà a Koh Phangan in più o meno due ore e mezza.

Se invece volate su Samui tutto questo non servirà, perché aeroporto e porto sono a distanza di sette minuti di taxi (prezzo della corsa circa 150/200 thb nonostante la poca strada) e una volta arrivati in porto poi potrete prendere una qualsiasi delle barche in partenza o di passaggio (prezzo del biglietto circa 300 thb a persona), che collegano Koh Samui a Koh Phangan con la frequenza di almeno una all’ora, portandovi a destinazione in meno di quaranta minuti.

[/alert] [alert style=blue]

Bangkok  Koh Phangan – Arrivare in treno

Raggiungere Phangan in treno da Bangkok è molto molto semplice, basterà prendere un treno da Bangkok a Suratthani (Southern Line, prezzo variabile a secondo della classe dai circa 350 e i 900 thb) e in otto ore vi troverete a dover prendere un taxi o un tuc tuc dalla stazione al porto di Suratthani, dove vi imbarcherete sul primo traghetto per Koh Phangan (il cui prezzo dipende dal tipo di traghetto, ma diciamo compreso tra i 300 e i 600 thb e le 2/4 ore di viaggio).
[/alert] [alert style=blue]

Bangkok Koh Phangan – Arrivare in bus da Bangkok

Come per il treno, anche viaggiare in autobus è molto facile e particolarmente ben organizzato partendo da Bangkok: diverse compagnie offrono servizio di sleeping bus con biglietti combinati che comprendono il traghetto per Phangan una volta che il bus sarà arrivato direttamente al porto di Suratthani. Io consiglio di prendere il bus dalla stazione sud di Bangkok: il prezzo del biglietto è circa 800 thb viaggiando con un regular bus di linea dal Southern Bus Terminal. Per raggiungerlo prendete la BTS Sky train fino alla stazione di Bangwa (capolinea della Silom Line),  da lì un taxi (costerà sugli 80 thb) chiedendo per il bus terminal, che dista circa 10 minuti di strada. Una volta raggiunto il terminal vi dirigete alle biglietterie e troverete indicate in modo semplice tutte le destinazioni che portano a sud, potrete quindi comprare il vostro biglietto combinato e mettervi in viaggio!

[/alert]

Koh Phangan – Il porto di Phangan

In qualsiasi modo deciderete di viaggiare, raggiungerete Koh Phangan arrivando sempre e comunque all’International Port of Thong Sala, dove verrete accolti da una moltitudine di tassisti che si offriranno di accompagnarvi in qualsiasi posto per 100 thb a persona (in questo caso non contrattate, non c’è verso). Il consiglio è di arrivare essendovi già fatti un’idea di quale zona raggiungere, così da non perdere tempo al porto e muovervi da lì il prima possibile.

Un’altra cosa buona da tenere a mente è che al porto di Phangan vendono biglietti per qualsiasi tipo di viaggio che possiate fare usando un mezzo che galleggi: biglietti per Tao, per Samui, per Suratthani, biglietti per gite attorno all’isola o le più diverse escursioni marittime, se comprati direttamente al porto, saranno sempre i più economici sul mercato.

 

Koh Phangan – Noleggiare un motorino a Koh Phangan

Come abbiamo detto, una volta arrivati a Phangan non avrete problemi a trovare un taxi, ma un suggerimento valido è di noleggiarvi direttamente uno scooter.

Considerando che lo farete comunque, tanto vale farlo subito e risparmiare ben 200 thb per quello che spendereste in taxi tra andata e ritorno (purtroppo un giorno non lontano lascerete Koh Phangan e prenderete di nuovo un taxi). Il costo del noleggio? Tra i 200 e i 300 thb in base al noleggiatore e al tipo di motorino scelto, quindi seguendo questo consiglio lo avrete praticamente gratis per un giorno, addirittura due giorni se state viaggiando in coppia.

Se sono tanto sicuro che alla fine anche voi noleggerete uno scooter è semplicemente perché stare a Phangan senza motorino è cosa o da ricchi o da pazzi: perché significa o muoversi ogni volta in taxi (a dir poco antieconomico e oggettivante scomodo per tempi e logistica) o di non muoversi affatto, opzione scellerata considerando quanto Koh Phangan sia proprio bella da girare, godendosi al massimo tutti gli scenari che offre. L’opzione non girare affatto è consentita solo a chi è in viaggio di nozze (o aspiranti tali) e comunque non per più di una settimana.

[alert style=red]

Koh Phangan – Motorino a Koh Phangan: attenzione, attenzione!

Ma c’è qualcosa di fondamentale da sapere riguardo al noleggio dei motorini sulle isole in generale e a Koh Phangan in particolare, perché è molto diverso da come funziona nella mia amata Chiang Mai, dove noleggiare uno scooter è praticamente una formalità tra un sorriso e una stretta di mano, sulle isole bisogna stare molto attenti e seguire fedelmente queste tre regole fondamentali:

  • Quando noleggiate il motorino vi viene consegnato un foglio da compilare e firmare, sul suo retro di questo documento è riportato il valore (mostruosamente sovrastimato) della riparazione per ciascun pezzo del mezzo e il disegno delle visuali di entrambe le fiancate, del fronte e del retro dello scooter: usatelo per segnare punto qualsiasi imperfezione, supervisionando lo scooter prima di prenderlo in consegna. Segnate qualsiasi micro graffio o anche i semplici segni di usura, perché se qualcosa andasse storto loro useranno la stessa meticolosità per rivalersi contro di voi.
  • Fatevi vedere attenti e precisi, segnalando anche a loro le imperfezioni trovate e segnandole sul foglio davanti ai loro occhi, sarà un caso ma di solito i problemi di solito capitano a chi fa il facilone.
  • Fate delle foto, o ancora meglio un video, inquadrando i vari difetti che avete segnalato, è una cosa non fondamentale ma in caso di discussioni farà la sua parte, ancora di più se ogni tanto nella vostra inquadratura entra anche il noleggiatore o il luogo del noleggio.
[/alert]

Ma l’ultima e più importante di tutte le regole fondamentali è di guidare davvero con prudenza, e non intendo un saggio luogo comune scritto per fare il figo, ma un serio consiglio che viene dal cuore: guidare a Koh Phangan è bellissimo, semplice, divertente e liberatorio, ma non sempre il fondo stradale è altrettanto piacevole, così come non lo sono alcune curve in cui vi aspettano banchi di sabbia, o le salite e discese da ottovolante.

A Koh Phangan fare attenzione a tutte queste regole farà la differenza tra una vacanza bella e una vacanza finita, perché al di là della prudenza su strada è importante averne anche durante il noleggio: quando riconsegnerete il motorino loro controlleranno ogni virgola, spesso “dando l’impressione” di non vedere l’ora di trovare un danno da ricaricarvi. Per farla brevissima riassumo attraverso un aneddoto piuttosto esplicativo: un amico inglese proprio a Koh Phangan è scivolato graffiando una fiancata del suo scooter e, nonostante il danno esclusivamente estetico, gli hanno chiesto 25.000 thb per la riparazione, circa € 600,00, che nella “valuta del tempo” usata dai backpackers nel Sud Est Asiatico sono più o meno 6/7 settimane di viaggio in meno.

[alert style=green]

Koh Phangan – Come guidano i Thai?

Eventuali tips & tricks per prepararsi a guidare in Thailandia meriteranno un post tutto per loro nel quale Koh Phangan avrà un capitolo apposta, ma per cominciare basta dire che guidare in Thailandia in generale è bello e facile, e che i Thai guidano in modo sicuramente più prudente e tranquillo di quanto siamo abituati a fare in Italia (quindi al limite sarete voi il pericolo ambulante), ma hanno davvero un pessimo rapporto con le frecce di direzione.

Direi che almeno il 90% degli incidenti in motorino di cui abbia mai sentito parlare qui è avvenuto perché un’auto o una moto guidata da un Thai ha girato senza mettere la freccia, stendendo il malcapitato motorino che seguiva stando troppo vicino. Io faccio personalmente parte di questa statistica, anche se nel mio caso è stato un’altro motorino a falciarmi tagliandomi la strada all’improvviso mentre il pilota si sistemava il ciuffo, avendo quindi le mani troppo occupate per mettere anche la freccia.

Quindi, come si dice, uomo avvisato mezzo salvato… divertitevi, ma tenete sempre gli occhi aperti. [/alert]

 

 

Koh Phangan – Conclusioni

Koh Phangan è la mia isola preferita, ce ne sono migliaia in Thailandia e certo non le ho viste tutte, però Phangan per ora continua ad essere una forte attrazione. Non sono molto per i megaparty super commerciali, mai e poi mai mi vedrete con una canotta fluorescente ed il cappellino all’indietro, però al Full Moon Party di gennaio (più o meno diecimila persone) mi sono divertito parecchio, oggi invece la serata del Full Moon la passerò qui, seduto a scrivere questo articolo, perché a questo giro ho scelto di guardare Phangan in un modo diverso ancora: ovvero come un luogo splendido con angoli isolati in cui poter vivere tranquillamente qualche giorno di mare prima di tornare nella mia bella Chiang Mai.

E’ così Koh Phangan: l’isola giusta per l’umore giusto.

Presto saranno online nuovi articoli su Phangan, in cui scoprire tutti i posti in cui andare a dormire, tutte le spiagge, tutte le escursioni, tutte le attività, tutte le feste e il famoso Full Moon Party di questa generosa Koh Phangan.

Preparate zaino e costume.

About Andre

Leggi anche

Baan Grood | Località di mare sulla costa Thailandese

Baan Grood , per alcuni Ban Krut , è una località di mare sulle coste …

  • piero

    Muoversi a Koh Phangan senza motorino. Vorrei andare a Koh Phangan quest’estate evitando i parties e i motorini perché non gli ho mai usati e perché viaggio con una bambina di 6 anni e con mia moglie (che ugualmente non è mai salita su un motorino). Meglio pensare ad un’altra isola o esistono alternative non proprio costose per girarla un po’ (oltre alla possibilità di girarla a piedi s’intende)?

    Grazie