Home / Thailandia / Mare e Isole / Koh Mak , l’isola sostenibile da girare in bicicletta
Koh Mak

Koh Mak , l’isola sostenibile da girare in bicicletta

Koh Mak, isoletta a est della Thailandia è l’esempio di un piccolo paradiso tropicale che si sviluppa in modo sostenibile, mai affollata , bellissima natura, turisti pochi ma buoni. 

Isola di Koh Mak , Dove ?

locationmap

Koh Mak si trova fra Koh Change Koh Kood. In passato avevo scritto un articolo dettagliato sull’isola di Koh Chang , come arrivarci e varie informazioni in merito. Vi invito a leggerlo perchè un bel giro è andare a Koh Chang per poi andare a Koh Mak e se avete tempo anche a Koh Kood (Un alternativa piu’ naturalistica e con meno turismo rispetto a un classico giro a Koh Samui , Koh Tao ,Koh Phangan) .

Trasporti da Bangkok a Laem Ngop (molo per Koh Mak)

Possiamo raggiungere Koh Mak in vari modi. Io personalmente ho preso un bus (265 baht a tratta, 6 euro) , 5 ore di viaggio ,  da Bangkok al porto di Laem Ngop (dove partono le speed boat) , poi ho preso una speed boat (450 baht a tratta) , 40 minuti , dal porto a Koh Mak. Con circa 30 euro vai e torni da Bangkok in questo modo.

[alert style=”green”]Come Raggiungere Koh Mak Laem Ngop da Bangkok

Tramite aereo

Potete volare a TRAT con la Bangkok Airways che ha il monopolio della tratta (è suo l’aeroporto). I prezzi sono cari e spesso cancellano i voli se non sono pieni (si parla di 70 euro a viaggio quando va bene) , da li prendete un taxi per il molo.

Tramite BUS

Dall’aeroporto parte il bus linea 999

All’aeroporto internazionale suvarnabhumi (1 piano , uscita D).
Dove ci sono i Bus Pubblici.

Bus diretti a Laem Ngop: 08:15 and 10:15.

Bus diretti a Trat (da trat al porto sono 80baht di taxi , 30 min): 6:40, 10:10, 11:40, 13:10, 16:10, 18:10

Ekami Bus Terminal , comodo e si raggiunge tramite BTS , Bangkok EST

R0012379

Questo terminal è ben organizzato , fresco e con un look nuovo , (uscita Ekamai BTS) .

Qui la compagnia Cherdchai fa capolino su tutte le altre compagnie. Potete comprarei l ticket al momento o comprarlo qualche giorno prima direttamente alla stazione a Ekkamai.

I loro bus passano da abbastanza nuovi a vecchiotti. Nonostante tutto e che durante il viaggio si fermino a tirare su gente in alcune location come Rayong , il bus impiega 5 ore come loro segnalano.

Io ho preso questa compagnia perchè volevo partire presto (5 del mattino) , ma se volete partire piu’ tardi consiglio il bus 999 , impiega lo stesso tempo ma è bus nuovo e fa 3 fermate.

Tramite taxi o bus privato 

Se siete con bambini piccoli , anziani , gente che vuole fermarsi quando vuole e non quando il bus si ferma potete andare via taxi o mini bus privato. I prezzi si aggirano attorno (sempre trattabili) i 4000 baht (100 euro) a tratta. Pero’ potete dividerli e un minibus porta anche 10 persone. Il viaggio di solito impiega 4 ore. Su questo sito (se googli un po’ ne trovi vari) trovi varie info.

Da Trat Bus Station a Laem Ngop

Andate all’interno della stazione e chiedete per lo shared taxi (il pickup) che dalla stazione porta al molo (ditegli quale molo!) , il costo è di 80 baht a persona e impiega 30-40 minuti a seconda del traffico.

[/alert]

Battelli per Koh Mak , da Laem Ngop a Koh Mak

[alert style=”green”]

Speed Boat

Giunti al piccolo molo potrete prenotare una speed boat (che io consiglio , 450 baht , 40 minuti). E’ consigliabile fare il booking per non rischiare di arrivare e non trovare posti disponibili o dover aspettare ore la prossima nave. La compagnia è la Leelawadee Speedboat .

Slow Boat

Se avete un sacco di cose da trasportare e quando dico un sacco parlo magari di uno scooter , attrezzatura da diving  , 10 valige , mobili o altre cose al molo al prezzo di 200 baht si puo’ viaggiare sopra una barca da pesca convertita a barca passeggeri. Impiega 3-4 ore , è lenta , vecchia e ridicola ma…. va citata ! Il biglietto si prende al molo e la nave parte alle 10 am.

[/alert]

Battelli per Koh Mak , da Laem Sok a Koh Mak

[alert style=”green”]

Catamarano

Se per qualche strano motivo andrete al molo di Laem Sok invece che all’altro molo , anche li potrete trovare un battello che vi porterà a Koh Mak , si tratta di un catamarano , ci mette di piu’ , 1 ora e mezza e costa sempre 450 baht.

La compagnia permette di prenotare online , questo è il sito http://www.kohmakcatamaran.com

[/alert] [hana-code-insert name=’Koh Mak’ /]

Koh Mak , info ,  mappa dell’isola e consigli su dove alloggiare

koh-mak-map

Koh Mak è proprio un isoletta , prendendo uno scooter è possibile girarla tutta in un giorno. Io ci sono stato 5 giorni e bastano senza problemi per vedere tutte le spiagge e i piu’ importanti punti di interesse.

E’ un isola che ha voluto imporsi da subito per un aspetto quasi inedito in Thailandia , la voglia di rimanere un paradiso naturale , non abusata e non inquinata.

C’è un centro per il riciclaggio (fanno quasi tutti la differenziata) , vengono premiate la attività carbon free , vari resort hanno sistemi o stanno adattando sistemi per riciclare l’acqua , i rifiuti , produrre energia rinnovabile e cosi’ via.

Tutte le strade principali sono ciclabili , a parte i pickup taxi i mezzi di trasporto che si vedono in giro sono scooter o biciclette.

Sull’isola sono presenti varie scultura fatte da un artista locale , presenti un po’ ovunque.

Non ci sono ATM (portatevi i contanti) , 7-11 o distributori di benzina intesi come tali. Ovunque si noleggiano kayak per girare intorno all’isola (pomeriggio mare calmo) e raggiungere le varie isolette.

I thai del posto sono tutti tranquillissimi, prezzi onesti , nessuno ha tentato di fottermi come potrebbe essere in mete piu’ famose dove ti fanno il sorriso e ti raddoppiano il prezzo o cercano di fregarti in vario modo.

Piu’ di una volta ci hanno dato passaggi gratis sui pickup in nostra direzione , quando ho noleggiato la bici e un freno si è rotto facendo fuoristrada la tipa del noleggio ha detto “no problem” al mio rientro e non ho dovuto pagare niente(trovatemi dove vi dicono cosi’ in Thailandia).

Mediamente chi vive sull’isola (300 abitanti circa) , ha tutta un lavoro che sia dal farmer, pescatore al lavoro nel turismo. Il numero limitato di turisti sull’isola ha reso la convivenza molto pacifica. Ci siamo intrattenuti con alcuni locali nei baretti del posto e la gente era presa bene nel parlare del piu’ e del meno (mi hanno offerto un paio di giri di whiskie in un micro bar improvvisato a fianco di un mini mart). Un bel clima e persone reali , l’opposto di quello che ho sempre trovato in località piu’ turistiche.

Non so quanto questo ambiente socialmente funzionante rimarrà in questo stato , se il turismo continuerà a svilupparsi in questo modo consapevole , Koh Mak rimarrà sicuramente nella TOP LIST dei luoghi da visitare.

Anche i prezzi , se si pensa che è un isoletta e che un sacco di roba la devono importare , ha prezzi onestissimi. Dal classico piatto thai con proporzioni oneste da 50-80 baht a salire per il pesce da 150-200 baht fino a grigliatone di pesce da 300 baht in su. Il green view resort , dove stavo , ha la proprietaria del posto che cucina thai da paura , prezzi onesti e piatti da paura e panico. Consiglio poi per chi ama l’italiano il Dolce Vita (gestione italiana), lungo la strada principale poi ci sono vari ristorantini.

[hana-code-insert name=’Koh Mak’ /]

Le Spiagge di Koh Mak

Le spiagge principali di Koh Mak , intese come distese di sabbia su un mare con acqua pulita e trasparente , sono Ao Kao , a sud ovest e Ao Soun Yai. A nord specie al mattino il mare è piu’ mosso e c’è piu’ vento e si gode l’alba , a sud ci si gode il tramonto (consigliato aperitivo al Banana).

La parte nord dell’isola di Koh Mak non ha spiagge di sabbia ed è tendenzialmente battuta dal vento e con foresta e prati che vanno direttamente a finire nel mare. Li ci sono i complessi piu’ tranquilli (io stavo in uno di quelli) , perfetti per chi vuole stare immerso nella natura e nel relax piu’ assoluto , fermo restando che a 5 minuti di scooter o 20 minuti in bicicletta siete ovunque.

Nella parte est dell’isola c’è la parte dove vivono la maggior parte dei locali , il molo commerciale , un ristorante dove cucinano pesce fresco , una griglieria gestita da un tedesco , un piccolo tempio (con view point sulla baia) , case di pescatori , le scuole e qualche abitazione.

 

Dove dormire a Koh Mak

Attenti ad andare a Koh Mak senza prenotare. L’isola ha pochissimi resort (per lo piu’ piccoli , con sopra una decina di bungalow). Io sono andato in altissima stagione (capodanno) e avevo prenotato a luglio. E’ quasi sempre tutto pieno in alta stagione proprio perchè non ci sono moltissimi posti dove dormire.

Il mio consiglio è di prenotare in anticipo , cercare promozioni e offerte sul sito di Agoda che copre tutta l’isola,  e controllare che non sia tutto piano prima di lanciarsi e andare a caso con il rischio di trovarsi la vacanza andata a male..

Una coppia di italiani ha in gestione un bellissimo complesso di Bungalow su un promontorio , bellissima vista e ristorante italiano incluso (l’unico dell’isola) , il complesso si chiama Bamboo e mi sento di consigliarlo , consiglio di prenotare o telefonare  perchè non è facile trovare posto.

L’isola di Koh Mak al momento è priva di abuso edilizio come potrebbe essere Koh Samui , dove ogni straniero vuole comprarsi una fetta di isola. Solo 4 famiglie posseggono tutta la terra dell’isola e lo sviluppo della stessa è fatto in modo sostenibile. Queste famiglie ancora vivono bene e alzano i loro bei soldi con le piantagioni di alberi da gomma presenti ovunque sull’isola e al momento solo pochi pezzi di terra sono in vendita.

Sull’isola sono presenti certamente degli stranieri residenti ma per lo piu’ che lavorano o posseggono attività turistiche come centri diving hotel.

La tipologia di alloggi a Koh Mak è al 90% bungalow e sono presenti dei piccoli alberghetti. Il 90% delle strutture è nella parte sud ovest dell’isola, parliamo di complessi di di 10 15 bungalow uno vicino all’altro , ma tutto spalmato in modo sensato, non c’è un ammucchiata.

In altissima stagione , tipo capodanno , era tutto prenotato ma in spiaggia sembrava sempre di stare quasi da soli, sempre possibile trovare un luogo dove appartarsi sotto una palma e non avere nessuno nei paraggi , meraviglioso.

I prezzi per stare a Koh Mak vanno da un minimo di 450 baht a notte in bungalow di vecchia costruzione senza a/c e con acqua fredda thai style a salire a seconda della qualità dei servizi offerti.

Ci sono bungalow modernissimi e anche per famiglie in alcuni villaggi , gruppi di bungalow per un pubblico piu’ giovane e aree per backpackers , un po’ per tutti i gusti.

L’isola è sempre molto ventilata la sera e quest’anno in particolare la sera si girava in felpa (A/C non necessaria).

Cosa fare a Koh Mak

Le attività che si possono svolgere a Koh Mak  sono tutte legate alla natura e al mare.

La vita notturna è praticamente inesistente , se togliamo un paio di ristorantini con a volte musica dal vivo , un paio di baretti sulla spiaggia con musica dal vivo. Anche i massaggi sono ridotti a qualche piccolo centro sulla spiaggia e intorno alla via principale.

 

Se non volete usare bici o scooter potete utilizzare i taxi , sono dei pickup e la tratta è sempre a prezzo fisso di 50 baht , ovunque andrete. In generale i ristoranti offrono servizio di raccolta e ritorno al vostro bungalow gratis , andando a mangiare da loro.

Io consiglio di girare l’isola in bicicletta (tutta piatta e con qualche piccolo dislivello) , noleggiarsi un kayak per visitare le isolette che si vedono a vista (tutte a 30 minuti un ora al massimo di Kayak) tra cui Koh Kradan un isola dove allevano cervi , bella da raggiungere in kayak (ingresso al parco 100 baht).

Altre attività consigliate sono diving e snorkeling , oltre che passeggiate o pesca.

Gita di 1 giorno a Koh Kood (1500 baht)

Per il diving o snorkeling e la gita di un giorno vi consiglio di contattare direttamente Green Island Divers , un centro diving gestito da una coppia di tedeschi che vive da 20 e passa anni sull’isola.

Se siete a Koh Mak , non avete tempo di farvi una settimana a Koh Kood , io consiglio vivamente di farvi la gita di un giorno , in modo di farvi un idea (anche se veloce) di Koh Kood , che sarà sicuramente nel mio futuro TO DO in quanto a vero paradiso naturale.

La gita di un giorno consiste in un viaggio tranquillo tramite un barcone , si fermerà lungo la costa di koh kood dove si farà snorkeling (bei pesci e bei coralli). Poi si farà un giro all’interno di koh kood tramite il fiume che attraversa koh kood , con le mangrovie attorno per approdare a un sentiero nella foresta che vi porta a visitare le cascate , dove si potrà fare il bagno.

Se il gruppo è grande viene diviso in 2 gruppi , cercate di andare nel primo cosi’ potrete farvi lasciare sulla spiaggia in attesa del secondo gruppo e cosi’ facendo potrete anche spararvi un po’ di tempo su una delle spiagge piu’ belle di koh kood , avendo da un lato il mare e dall’altro le mangrovie. 

 

About Pier Sottojox

Vivere e viaggiare all'estero e scriverci ogni tanto sopra.

Leggi anche

Baan Grood | Località di mare sulla costa Thailandese

Baan Grood , per alcuni Ban Krut , è una località di mare sulle coste …