Home / Thailandia / Lo spot thailandese che fa pensare

Lo spot thailandese che fa pensare

Questo spot thailandese , fatto da una delle piu’ grandi società di comunicazione della Thailandia, la True , che possiede canali TV , compagnie telefoniche , compagnie per la comunicazione internet , racchiude un consiglio e un ottica di vita.

In un posto come  la Thailandia pero’ le multinazionali spesso non sono solo l’alternativa capitalista a un prodotto locale mal pubblicizzato o sotto-sfruttato ma , purtroppo , sono l’unica soluzione  a un problema.

Ne è un esempio l’acqua minerale o l’acqua potabile in bottiglia , venduta prevalentemente dalle multinazionali , senza la quale saremmo ancora ai tempi del colera. Lungi da me difendere politiche di sfruttamento di territorio e persone ma l’ottica generale di quello che fanno le multinazionali in alcuni luoghi in via di sviluppo a volte va vista sotto gli occhi delle persone che  vivono in quei posti e anche attraverso i loro pareri , non ogni prodotto fatto da una multinazionale nuoce direttamente al luogo dove il prodotto viene offerto.

Il tempo non si puo’ riavvolgere e le regole di questa società nemmeno , si puo’ guardare avanti e cercare di migliorarla , una società come quella Thailandese , incentrata sul buddismo , puo’ essere una società migliore di quella occidentale fondata su ipotetici valori prima cristiani e poi pseudo-atei ? E’ quello che sto cercando di scoprire.

Alcune cose , come l’aiutare il prossimo “perchè la ruota gira” , il karma e tutte queste storie qua , qua non sono modi di dire ma cose a cui generalmente la gente crede , aiuta che sarai aiutato , il destino muterà in base alle tue azioni , sono fondamenti reali di una società che ancora riesce a soffermarsi su alcune  cose piu’ importanti e basilari nei bisogni della vita , come l’alloggio o il cibo , rispetto ai bisogni piu’ futili tipo bei vestiti , cose alla moda.

Questa sorta di purezza spirituale si sta andando perdendo nelle nuove generazioni , specie a Bangkok , dove il bombardamento mediatico e una vita a metà tra una New York e una Pechino inseriscono nel contesto thailandese usi e costumi che tendono a prendere solo il peggio dalla vita occidentale, pressati da lobby occidentali o addirittura loro stessi che prendono esempio da strutture occidentali che si sono rilevate fallimentari.

Troviamo una sanità privata di altissimo livello , che porta qua arabi e americani e milionari vari nel mondo per curarsi in strutture di Bangkok moderne e fantascientifiche e troviamo persone che fanno a mala pena fatica a pagarsi un trasporto per raggiungere un ospedale pubblico che non raggiunge sempre i livelli di una sanità italiana.

Una società che corre e raggiunge obiettivi che l’europa ha assimilato in 100 anni e qui in 10, non dando tempo alle persone e alle generazioni di assimilare le novità nel modo corretto e portando nelle nuove generazioni l’errato ordine delle priorità.

Ricordo ancora l’anno scorso a Sumatra , in Indonesia , dove in alcuni villaggi le persone non avevano l’acqua corrente ,l’elettricità , un sistema fognario , ma nella capanna non poteva mancare un generatore per caricare il cellulare o poter vedete ogni tanto la TV. I problemi legati all’istruzione a Sumatra , dove i soldi venivano spesi nei villaggi per costruire moschee immense ma non per costruire i bagni pubblici ,  rendevano l’idea delle politiche da popolo bue che vengono messe in atti in alcuni posti sperduti.

La Thailandia è un paese in crescita economica , lontano anni luci da quelli che si pensano siano i paesi del terzo mondo , anni luce rispetto al 90% dell’Indonesia , incentrato su una cultura buddista , che ritengo un ottima base etica e sociale per lo sviluppo di questa società , la vera sfida per lo stato sarà crescere in modo consapevole senza lasciare indietro troppe persone e ritrovarsi uno stato che va a due velocità,  Bangkok moderna e il resto che cresce solo di riflesso.

Mi chiedo cosa succederà fra 2 anni quando nascerà l’ASEAN , una sorta di europa del sud est asiatico , quando ci saranno all’interno paesi evoluti come Thailandia , Malesia , Singapore , Brunei e paesi realmente arretrati come Birmania , Laos , Cambogia  , se si ritroveranno come da noi con i paesi del sud europa a prendere sberle dalla Germania e i paesi del nord.

About Pier Sottojox

Vivere e viaggiare all'estero e scriverci ogni tanto sopra.

Leggi anche

cosa significa farang

Curiosità | Farang di qui, Farang di là… Ma cosa significa Farang?

Ok, ben arrivati in Thailandia: adesso anche voi siete pronti a sentirvi chiamare “Farang”, termine …